Seleziona una pagina

L’Italia è conosciuta in tutto il mondo per la pizza, divenuta nel corso degli anni uno dei simboli più importanti di tutto il Paese.

La sua storia ha origini lontanissime! Basta pensare che la prima ricetta è riportata in un trattato dato alle stampe a Napoli nel 1858, che descrive tutte le modalità in cui in quegli anni veniva preparata la vera pizza napoletana.

Napoli, all’epoca capitale del Regno delle Due Sicilie, si è fatta promotrice del piatto i cui ingredienti principali erano mozzarella, pomodoro e basilico, tanto che alla fine dell’Ottocento la pizza è giunta sino in America, con gli italiani emigrati a New York.

Una lunga storia d’amore che si consolida con la visita della Regina Margherita nella città di Napoli. Durante la visita alla città in Campania, Raffaele Esposito realizzò la pizza alla Mastunicola, Marinara e con pomodoro e mozzarella, in onore della Regina.

La sovrana dopo aver apprezzato così tanto la ricetta di quest’ultima, ha deciso di ringraziare l’artefice per iscritto. E l’unico modo per contraccambiare il gesto da parte del pizzaiolo fu quello di dare il nome della regina alla sua creazione culinaria: “Pizza Margherita”.

Scopriamo tutte le curiosità e l’unicità del gusto della pizza a forno a legna di Ristorante Cavaliere.

Alcune curiosità

Prima di presentarvi il nostro servizio di realizzazione di oltre 20 pizze con forno a legna, sveliamo alcune curiosità che forse non conoscete!

  1. La storia del piatto trova le sue origini già nel 3000 a.C in Sardegna, in cui iniziava a diffondersi l’uso del lievito;
  2. L‘arte tradizionale del pizzaiuolo napoletano, è stata riconosciuta come patrimonio dell’Unesco dal 2017;
  3. Il 17 gennaio è la giornata internazionale della pizza italiana;
  4. Ogni anno un italiano consuma minimo 8 kg di pizze;
  5. La NASA ha finanziato e testato una stampante 3D in grado di preparare la pizza per gli astronauti;
  6. La ricetta preferita dagli italiani è la classica margherita;
  7. Mangiare la pizza una volta alla settimana può ridurre il rischio di cancro all’esofago;
  8. Il primo museo della pizza al mondo, il Pizza Brain Museum a Philadelphia negli USA è certificato da Guinness World Records come la più grande collezione al mondo di articoli legati alla specialità.

La bontà della cottura a forno a legna

Mettendo da parte gusti personali e curiosità, vi sveliamo come vengono realizzate la pizza nel Ristorante Cavaliere. Una specialità che per uscire bene, deve essere cotta a temperature molto alte, le uniche in grado di consentirle di formare quella squisita crosticina sul bordo e rimanere fragrante dentro.

Un forno a legna professionale raggiunge tranquillamente temperature superiori ai 400°, e può cuocerne una anche in 1 minuto formando quelle bolle bruciacchiate sul bordo che sono il punto forte!

I forni a legna professionali riescono a fare tutto questo perché:

  • La loro particolare forma “bombata” è studiata apposta per far circolare l’aria calda, indirizzandola nel modo giusto.
  • La pietra refrattaria con cui sono costruiti resiste ad altissime temperature e ridistribuisce il calore in maniera uniforme.

La pizza al forno a legna è sicuramente più buona, a patto però che venga cotta da un pizzaiolo esperto, che la sappia “gestire” nel modo giusto!

Non vi resta che gustare la nostra. Contattaci per prenotare il tuo tavolo

Cookie Policy