Seleziona una pagina

I cibi di Capodanno derivano da tradizioni e ricette tramandate di generazione in generazione. Da Nord a Sud si festeggerà Capodanno, da sempre una notte magica all’insegna del buon cibo e delle danze.

Nella notte tra il 31 dicembre e il 1° Gennaio si festeggia Capodanno, festività che accomuna l’intero pianeta e mette insieme le tradizioni dei diversi Paesi. In Italia, come sappiamo, i menù di Capodanno sono sacri, ben pensati e si strutturano su diverse portate. Gli chef danno libero sfogo alla creatività e uniscono la tradizione all’innovazione, preparando ricette sfiziose e dal sapore unico.

Vediamo nei prossimi paragrafi quali sono le tradizioni culinarie di Capodanno nelle diverse Regioni italiane insieme allo Staff del Ristorante Cavaliere.

Primi piatti di Capodanno

Conosciuta in tutto il mondo per la sua cucina, l’Italia racchiude in sé tradizioni diverse, che vedono tavole imbandite con prodotti enogastronomici unici e prelibati.

Partiamo dal Nord, dove la regina delle feste è proprio la pasta fresca. In Piemonte la tradizione culinaria porta in tavola gli agnolotti del plin, immancabili delle feste, a base di pasta all’uovo ripiena di verdure e carne. Il loro nominativo “plin” deriva dal dialetto piemontese e si traduce nel pizzicotto, tecnica utilizzata per chiudere la pasta.

Poco più in basso troviamo l’Emilia-Romagna con la dotta, grassa e rossa Bologna. È qui che si vocifera sia nata la lasagna, ormai divenuto simbolo dell’Italia nazionale. Realizzata in moltissime versioni, la lasagna è realizzata sovrapponendo strati di pasta fresca, a besciamella e ragù ed è perfetta per le feste.

Nel Centro e Sud Italia le tradizioni portano in tavola primi realizzati con tecniche e ingredienti volti a valorizzare la prelibatezza del territorio.

Nel Lazio tra i cibi tipici di Capodanno troviamo i cannelloni di pasta fresca ripieni di verdure o carne, mentre nel Centro di Roma gnocchi alla romana, realizzati come da ricetta con semolino burro e parmigiano. Al sud ritroviamo invece i sapori del mare, con spaghetti alle vongole e crostacei e ravioli ripieni di pesce.
Da leccarsi i baffi!

Secondi piatti: i cibi di Capodanno

Come da tradizione il Capodanno chiama a gran voce cotechino e lenticchie, ma non solo!

In Piemonte, per esempio, abbiamo il bollito di fassona, realizzato con tagli di carne unici, per ottenere un sapore ricco di gusto e sapidità.

A Napoli invece ritorna il pesce, con il capitone marinato che prevede una lunga preparazione con una tecnica di marinatura ad hoc.

Avete già l’acquolina in bocca? Venite a scoprire il Menù di Capodanno del Ristorante Cavaliere per assaporare tutte le specialità marchigiane.

Cookie Policy