Seleziona una pagina

Le Marche sono una fantastica regione, ricca di tradizioni e di piatti unici. Ogni piatto, particolare o meno che sia, ha i suoi ingredienti più o meno ricercati. Noi del Ristorante Cavaliere conosciamo molto bene i formaggi tipici marchigiani, essendo alcuni di questi i protagonisti di alcuni nostri piatti tipici.

Come nelle altre regioni, anche le Marche hanno la loro produzione di prodotti caseari. I formaggi marchigiani sono famosi non solo in tutt’Italia, ma anche all’estero sono apprezzati prodotti tipici di una delle regioni che affaccia sull’Adriatico.

I formaggi marchigiani vengono inseriti molto spesso all’interno del nostro menu tipico delle Marche, soprattutto nel nostro aperitivo marchigiano e nelle fantastiche olive ascolane.

Formaggi Marchigiani: prodotti tipici

Non si possono elencare tutti i formaggi marchigiani, ogni azienda casearia ha la sua peculiarità e il suo metodo particolare di preparazione, ma si possono elencare le tipologie più conosciute in Italia e nel mondo.

Tra formaggi stagionati e formaggi morbidi come latticini o a pasta molle, ci sono prodotti incredibilmente rari, dai gusti e dai sapori unici.

Pecorino Marchigiano

Il pecorino marchigiano è forse uno dei più famosi e dei più antichi mai prodotti nelle marche e in Italia. Per scoprirne le radici bisogna guardare verso le tradizioni più antiche della Regione Marche e nell’antica storia dell’Italia.

formaggi-marchigiani

Si dice che sia stato prodotto per la prima volta per l’imperatore Augusto e prese il nome di Caseus manu pressum. È uno dei famosi formaggi contadini, prodotto con latte appena munto e crudo di pecora.

La sua stagionatura è relativamente breve, con una minima di 20 giorni. La sua crosta, come ci si aspetta, è morbida e spesso viene insaporita con erbe locali.

Formaggi Marchigiani: il Casséc

Il Casséc è uno dei formaggi marchigiani più famosi e viene prodotto con un misto di latte di pecora e di mucca. Il periodo di produzione inizia quando le pecore marchigiane si trovano in fase di lattazione.

È un formaggio che deve stagionare per un periodo medio lungo, si può mangiare dopo un solo mese ma si ottiene il miglior risultato, quel sapore forte che lo contraddistingue, solo dopo sei mesi. La stagionatura può arrivare massimo fino ad un anno dalla mungitura.

Viene indicato come formaggio da utilizzare nelle ricette, in genere nei cappelletti o comunque per la produzione di pasta fresca ripiena.

Casciotta D’Urbino

La Casciotta D’Urbino prende il nome da un errore di disattenzione da parte di un impiegato ministeriale che sbadatamente anziché scrivere Caciotta, aggiunse una “s” al nome.

Questo possiamo definirlo uno dei formaggi tipici marchigiani per eccellenza. La sua unicità però non risiede solamente nel nome e nella sua simpatica storia, ma anche nel sapore di un formaggio unico.

Con una pasta molle e una crosta morbida, questo formaggio nasce nel ‘300 e viene spesso accompagnato con marmellate e miele. Si dice che sia Michelangelo che il Papa Clemente XIV ne fossero degli estimatori.

La sua storia si intreccia con nomi di famiglie importanti come la nobiliare casata dei Della Rovere che, insieme ai Duchi di Montefeltro, lo resero famoso anche nelle zone più lontane d’Italia.

Formaggio di Fossa di Sogliano D.O.P.

Ricco di storia, il formaggio di Fossa di Sogliano è tipico degli appennini di confine tra Emilia Romagna e Marche. Così raro che la famiglia nobiliare Malatesta, lo nascondeva insieme ad altri prodotti alimentari da possibili razzie in delle fosse scavate nella roccia.

Prima di nasconderlo, veniva inserito all’interno di tele per non farlo entrare in contatto diretto con la roccia nuda che comunque gli donava un sapore unico.

È un formaggio quasi senza crosta, di color giallo paglierino e con una aromaticità elevata.

Contatta il Ristorante Cavaliere per provare i tipici formaggi marchigiani e altri gustosi piatti tipici.

Cookie Policy